Sport e Cultura in Toscana in base alla delibera CONI del 19/01/2021 su DPCM 14/01/2021

Con delibera di Giunta n.1 del 19 Gennaio, il  CONI ha di fatto PROROGATO AL 30 APRILE le disposizioni in ordine alle attività di “preminente interesse nazionale”.Per quanto riguarda gli Enti di Promozione sportiva, la delibera ha disposto che i calendari trasmessi devono essere rispettosi dei limiti di cui all’articolo 3, comma 4, lettera d) del DPCM 14 gennaio 2021In Toscana, le suddette attività sono consentite e sono consentiti eventi e competizioni organizzate dagli EPS.

 

In sintesi quanto riguarda la Toscana:

– sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza e per le attività riabilitative o terapeutiche, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi; ferma restando la sospensione delle attività di piscine e palestre, l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte all’aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, in conformità con le linee guida emanate dall’Ufficio per lo sport, sentita la Federazione medico sportiva italiana (FMSI), con la prescrizione che è interdetto l’uso di spogliatoi interni a detti circoli;

– fatto salvo quanto previsto  in ordine agli eventi e alle competizioni sportive di interesse nazionale, (vedi più avanti) lo svolgimento degli sport di contatto, come individuati con provvedimento del Ministro per le politiche giovanili e lo sport, è sospeso; sono altresì sospese l’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto nonché tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto, anche se aventi carattere ludico-amatoriale;

– sono consentiti soltanto gli eventi e le competizioni  di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e del Comitato italiano paralimpico (CIP) – riguardanti gli sport individuali e di squadra organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva ovvero da organismi sportivi internazionali, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico.

 

Per ogni aggiornamento

https://www.coni.it/it/speciale-covid-19